Riccardo Bigon, direttore sportivo del Bologna, è intervenuto questo pomeriggio a “Tutti convocati” su Radio 24, commentando l'importanza dei tre punti opttenuti in trasferta al San Paolo: “La vittoria di ieri ci ha dato una doppia gioia: per la classifica e per Mihajlovic che meritava una soddisfazione dopo questi quattro mesi e mezzo.
Sicuramente abbiamo pagato la sua assenza anche in termini di punti, ma non abbiamo mai voluto che questo diventasse un alibi. Certo, credo sia difficile trovare una squadra che può stare quattro mesi senza il suo allenatore senza subirne le conseguenze.
L’idea della presenza della squadra alla conferenza stampa di venerdì è stata dei ragazzi, a dimostrazione del loro legame col mister. Il suo arrivo la scorsa stagione fu uno spartiacque importante in un campionato nato male ma poi finito bene con un decimo posto. La conferenza è stata importante, ma ancor più lo è stato il lavoro in settimana, la sua presenza in campo durante l’allenamento, le riunioni: Sinisa è un allenatore impattante e quando manca crea un vuoto evidente nonostante il suo staff meriti i complimenti per come ha lavorato in questi mesi”.

Sezione: Bologna / Data: Lun 2 Dicembre 2019 alle 16:16
Autore: Edoardo Frati / Twitter: @edoardo.frati
Vedi letture
Print