Gigi Maifredi ha rilasciato un'intervista al Resto del Carlino in ottica di una partita che lo tocca particolarmente, tra Brescia e Bologna. Sui rossoblù, e in particolare su Mihajlovic, ha commentato: "Prima del calcio viene la vita. E allora dico: massima vicinanza al guerriero Sinisa. Un guerriero sa che quando combatte piovono pallottole da tutte le parti, ma la leucemia è una pallottola alle spalle. Però con che forza sta combattendo! E' la stessa forza che col suo esempio trasmette ai suoi giocatori. E' un paradosso, ma la malattia ha cementato ancora di più il gruppo: con la Spal ho visto una squadra che cercava in tutti i modi di abbracciare Sinisa. Del resto se tu, allenatore, comunichi la malattia ai tuoi giocatori prima ancora di averla resa pubblica, fai un gesto che di solito si riserva ai famigliari. E' come se Mihajlovic avesse detto: voi giocatori siete parte della mia famiglia. E lì si è creato un legame indissolubile."

Sezione: Bologna / Data: Dom 8 Settembre 2019 alle 19:48
Autore: Edoardo Frati / Twitter: @edoardo.frati
Vedi letture
Print