Come da previsione l'infortunio occorso in allenamento a Danilo non è leggerissimo, anzi. Il difensore brasiliano del Bologna ne avrà per tre settimane e salterà dunque le sfide con Brescia, Roma, Genoa e Udinese rimanendo in dubbio per quella con la Lazio del 6 ottobre. Detto che stiamo parlando di uno dei leader tecnici ed emotivi della squadra e quindi non di facile sostituzione, Mihajlovic ha tre opzioni per ovviare all'assenza dell'ex Udinese.

La prima, la più semplice e la più intuitiva porta a Mattia Bani. Il difensore ex Chievo, arrivato quest'estate per una cifra intorno ai 2 milioni di euro, è la riserva naturale di Danilo. Garantisce esperienza di A e abilità anche palla al piede; inoltre permetterebbe di non modificare ulteriormente l'assetto difensivo della squadra. E poi, in fondo, è stato preso proprio per garantire un cambio adeguato alla coppia di centrali titolari.

La seconda ipotesi invece riguarda Takehiro Tomiyasu, grande rivelazione di questo inizio di stagione, che potrebbe tornare al suo ruolo originario di difensore centrale lasciando la corsia destra a Mbaye. Ma spostare il giapponese dal ruolo in cui ha offerto grandi prestazioni potrebbe alla fine risultare addirittura controproducente.

Infine c'è Gary Medel, che con la nazionale cilena gioca da centrale difensivo e che certamente non avrebbe problemi ad arretrare il suo raggio d'azione. Ma anche qui, come per Tomiyasu, c'è da considerare che togliere l'ex Inter dal centrocampo significherebbe rinunciare alle sue qualità di lottatore e di equilibratore del reparto.

Sezione: Bologna / Data: Mer 11 Settembre 2019 alle 14:37
Autore: Dario Ronzulli / Twitter: @DaRonz82
Vedi letture
Print