A meno di dieci giorni dalla chiusura del mercato non si sblocca la situazione di mercato del Bologna, che cerca instancabilmente almeno un centrocampista. E tiene sotto mira un attaccante, se dovesse partire qualcuno di importante (Destro o Santander). La sintesi di ViaEmilia:

<u>ALTRE ALTERNATIVE</u> :  Al club è stato offerto Afriyie Acquah, classe ‘92 svincolato dopo l’esperienza all’Empoli, ma il ghanese non convince la dirigenza che ha declinato l’offerta. Proposti anche due brasiliani: Otavio, classe ‘94 in forza al Bordeaux, e Thiago Maia, classe ‘97 del Lille che vanno ad aggiungersi alla lunga lista di calciatori sondati o proposti in queste settimane.

<u>ED UNA IN PIU'</u> : Si studia anche il profilo di Adrien Tameze del Nizza, mediano camerunense nato e cresciuto in Francia e pertanto comunitario. Un elemento tornato d’attualità quasi all’improvviso, perché fino a ventiquattro ore fa il giocatore sembrava promesso sposo dello Spartak Mosca: il Nizza aveva accettato l’offerta russa da dieci milioni di euro più due di bonus, ma l’offerta di ingaggio da due milioni di euro a stagione è stata rifiutata da Tameze, che vuole restare in uno dei cinque top-campionati europei. Il Bologna è quindi pronto a tornare alla carica.

<u>DUNQUE; IL SOGNO</u> : Nonostante il veto dei “cento milioni” posti provocatoriamente da Preziosi sul cartellino di Cristian Kouame, Sabatini continua a mantenere contatti con l’entourage del giocatore e con la società. È il sogno del ‘guru’, coordinatore tecnico di Bologna ed Impact, che stravede per il giovane attaccante del Genoa e già un mese fa voleva fiondarcisi salvo lo stop di Mihajlovic per cercare un centrocampista da affiancare a Pulgar, ora per sostituirlo. Dovesse partire uno tra Destro e Santander, tuttavia, sarebbe nuovamente il primo obiettivo del Bologna per l’attacco.

Sezione: Bologna / Data: Ven 23 Agosto 2019 alle 20:15
Autore: Edoardo Frati / Twitter: @edoardo.frati
Vedi letture
Print