E alla fine, la scossa è arrivata anche dalle parti di via Copparo. Dopo metà stagione passata tra più bassi che alti, la SPAL ha deciso di esonerare Leonardo Semplici. Una scelta presa in seguito alla sconfitta casalinga contro il Sassuolo, con cui la proprietà biancazzurra ha voluto voltare pagina, chiudendo così uno dei capitoli più esaltanti e vincenti nella storia del calcio ferrarese, tra irripetibili promozioni e titaniche salvezze in Serie A.

Una straordinaria eredità che ora dovrà essere raccolta da Gigi Di Biagio, chiamato dalla famiglia Colombarini per tentare di trasformare l’impossibile in realizzabile. L’ex commissario tecnico dell’Under 21 infatti, che dovrà calarsi al più presto possibile nell’ambiente estense, avrà come arduo compito quello di raggiungere la salvezza. Ad attenderlo, alla sua prima avventura su una panchina in un club di Serie A, ci sarà un percorso che si preannuncia tutto in salita, senza tanto tempo a disposizione e con una rosa che ha evidenziato diverse lacune in fase di mercato.

Già a partire dal prossimo scontro diretto salvezza contro il Lecce di Liverani, ultima stazione utile per poter abbandonare l’ultimo posto in classifica e salire sulle carrozze del treno in cui stanno viaggiando – a buon ritmo - le dirette concorrenti per la non retrocessione. Un risultato positivo infatti, oltre a scacciare parzialmente quello scetticismo che aleggia intorno a Di Biagio, sarebbe fondamentale per riaprire i giochi, in vista delle prossime gare.

Se così non fosse però, considerando soprattutto che i giallorossi volerebbero a più dieci sui biancazzurri, la SPAL dovrebbe considerarsi con un piede e mezzo – e pure qualcosa in più - in Serie B. Una triste eventualità a cui – almeno per il momento - non si vuole nemmeno pensare in città, specialmente perché la speranza di rimanere in Serie A è ancora tanta e concreta sia tra agli addetti ai lavori che per il tifo spallino, tant’è che a Lecce saranno attesi quasi cinquecento aficionados ferraresi, pronti a sostenere Petagna e compagni, nella speranza di poter assistere all'ennesimo miracolo sportivo.

Sezione: Editoriale / Data: Ven 14 Febbraio 2020 alle 00:00 / Fonte: Inviato a Ferrara
Autore: Davide Soattin / Twitter: @SoattinDavide
Vedi letture
Print