In una delle più belle partite della gestione D'Aversa, il Parma riesce a cogliere il primo successo di prestigio della stagione, battendo per 2-0 la lanciatissima Roma di Fonseca grazie alle segnature di Sprocati e Cornelius. Un successo che vale doppio, e non solo per il valore dell'avversario e per la recente tradizione negativa contro i giallorossi, ma anche perché ottenuto senza diversi giocatori importanti, tra cui anche Gervinho, il cui match è durato solo 45'.

Nella ripresa la Roma sembra tornare in campo con un piglio diverso, e mette subito paura al pubblico di casa, prima col palo su punizione di Kolarov, poi con un tiro a botta sicura di Pastore su cui Sepe risponde da campione. Tuttavia, col passare dei minuti, il Parma pare metterci qualcosina in più sotto l'aspetto della determinazione, e al 68' passa meritatamente in vantaggio con Sprocati, il quale riceve palla da Gagliolo e infila Pau Lopez con una beffarda conclusione schiacciata. La rete galvanizza la squadra di D'Aversa, che rischia di raddoppiare in almeno tre occasioni: particolarmente ghiotta è quella capitata sui piedi di Cornelius, bravo ad angolare, ma non abbastanza per trafiggere ancora l'estremo difensore dei capitolini. Nel finale, la Roma, più con l'orgoglio che con le idee, si rende pericolosa in ben tre circostanze (con Zaniolo, Under e Kluivert), trovando tuttavia sempre un muro invalicabile davanti a sé: Sepe. Il match si chiude con uno straordinario tiro a giro di Kulusevski e con Cornelius che mette il punto esclamativo sulla vittoria crociata con il gol del definitivo 2-0. 

Sezione: Parma / Data: Dom 10 Novembre 2019 alle 20:02
Autore: Vito Aulenti / Twitter: @vitoaul
Vedi letture
Print