“Peccato per quell’occasione di Franco nei primi minuti, quasi un calcio di rigore in movimento, ma è importante non aver preso gol, così la difesa acquista fiducia. Esserci riusciti contro il miglior attacco del girone è un segnale di crescita, vuol dire che i ragazzi sono stati bravi e concentrati fino all’ultimo. E' stata una partita caratterizzata da tanti duelli e non ne abbiamo vinti molti” ha commentato Francesco Modesto, tecnico del Cesena che al termine del pareggio a porte inviolate tra i bianconeri e la Reggiana è apparso soddisfatto della prestazione dei suoi. “Franco ha fatto sia il trequartista che il centrocampista aggiunto - ha continuato - De Feudis ha pulito il campo, Zerbin ci ha dato profondità e freschezza, e se alla fine arriva meglio su quel pallone poi ha campo aperto. E’ un punto che non ci accontenta ma la prestazione mi rende orgoglioso: se i ragazzi avranno sempre questo atteggiamento e questa concentrazione, faranno buone cose” ha raccontato soddisfatto elogiando tutti i suoi ragazzi. Contro un avversario non facile come i granata, il Cesena ha sicuramente dimostrato di saper lottare e a tal proprosito l'allenatore ha anche sottolineato: “abbiamo giocato quasi tutta la gara con tre under in difesa e finito con anche due esterni giovani. Stasera ho visto Valeri concentrato, Ciofi bene sull’avversario, Brignani attento, Maddaloni spesso in anticipo. Marson? E’ stato chiamato in causa una volta e ha parato”. Il pubblico di casa ha applaudito la prestazione dei romagnoli perchè, secondo Modesto, “Si è vista la voglia di fare la gara, di controbattere l’avversario e di giocare alla pari. La classifica? Dobbiamo giocare ogni gara come se fosse quella decisiva, senza però l’assillo che compromette la prestazione. Sono convinto che abbiamo i mezzi per tirarci fuori”. Il sito ufficiale del Cesena Calcio riporta le parole dell'allenatore bianconero nel dopo partita. 

Sezione: Serie C / Data: Dom 10 Novembre 2019 alle 19:04
Autore: Micol Malaguti
Vedi letture
Print