Dopo aver condotto la rifinitura di questa mattina in vista della trasferta di Lecce, mister Luigi Di Biagio è intervenuto in conferenza stampa poco fa per presentare la sfida di domani che vedrà la SPAL affrontare i padroni di casa pugliesi al Via del Mare. Per Di Biagio quella di domani sarà la prima partita alla guida dei biancazzurri. 

Mister, ha già un'idea tattica?
"Confermo la difesa a quattro, per il resto vedrete domani. Ho ancora qualche dubbio su qualche giocatore e situazione tattica".

Dove pensa di intervenire in maniera massiccia?
"Dobbiamo trovare più autostima e cercare di andare più volte nella metà campo avversaria, mantenendo però equilibrio. Ho apportato delle modifiche anche in fase difensiva, che domani vedremo. Per i dettagli aspettiamo".

Ci aspetteremo una SPAL garibaldina?
"Dobbiamo fare risultato e una buona prestazione. Mancano i punti. Dovremo giocare bene e portare a casa punti. Se saranno tre è meglio L'importante sarà comunque uscire con un risultato positivo. Dobbiamo pensare in grande, poi se arriverà un punto lo prenderemo. Possiamo ridurre il gap in maniera veloce".

Come ha trovato il gruppo?
"Ho visto una crescita quotidiana rilevante. Sono molto soddisfatto. Hanno voglia di rivalsa e grandi responsabilità. Si sono resi conto del momento. Ora però lo dirà il campo. ".

Il Lecce come lo vede?
"Sono la squadra più in forma del campionato. Giocano un buon calcio con caratteristiche ben precise. Andiamo ad affrontare una squadra che sta molto bene fisicamente e psicologicamente, grazie anche al suo allenatore che è un mio amico. C'è un grande entusiasmo intorno a loro perché credono di poter chiudere i discorsi salvezza domani. Noi faremo di tutto per farli ricredere".

Come procede il suo ambientamento a Ferrara?
"Benissimo. Una settimana intensa e importante. Sono convintissimo di potercela fare e sono carichissimo. Ho una società forte alle spalle e delle ottime strutture, oltre che un gruppo che già conosco bene. Non è stato difficile ambientarmi, ma ora servono i punti e da qui dobbiamo ripartire".

Sarà un esame per lei domani?
"Sono tranquillo, non sento pressione. Ho già vissuto esperienze simili, anche se da fuori si dice che io non abbia esperienza in un club di Serie A".

Vicari e Dabo come stanno?
"Lo dirà lo staff medico. Non vorrei dire imprecisioni. Valuteremo di volta in volta. Vicari è messo peggio di Dabo".

Sala verrà con voi?
"Si".

Potrebbe diventare un'abitudine quella di aprire la rifinitura alla tifoseria?
"Perché no? Ci hanno chiesto i ragazzi della Curva di poter assistere. Non sono superstizioso, ma se dovessimo vincere potrebbe anche diventare un'abitudine".

Sezione: SPAL / Data: Ven 14 Febbraio 2020 alle 13:05
Autore: Micol Malaguti
Vedi letture
Print