La prossima sarà una sessione di calciomercato molto particolare: allungata ma effettiva solo dal primo di settembre. E sicuramente non gireranno molti soldi. Così il Corriere della Sera titola oggi nella sezione sportiva: "Il mercato torna al baratto". Sarà all’insegna dei prestiti, degli scambi, delle plusvalenze che possono dare ossigeno a bilanci devastati dal virus. In teoria potrebbe essere concessa l’opportunità di procedere con accordi preliminari già da giugno, ma se davvero ripartirà la stagione, è difficile comprare e vendere mentre si gioca. Le spese folli saranno limitate. Tutti cercano soluzioni fantasiose. All’estero hanno i nostri stessi problemi perché il coronavirus non ha risparmiato nessuno. Real e Barcellona, le grandi di Spagna, hanno parecchi giocatori in esubero, alcuni di lusso: oltre 20 a Madrid, una decina in Catalogna.

Sezione: Altre notizie / Data: Ven 22 maggio 2020 alle 08:25
Autore: Alessandro Tedeschi
Vedi letture
Print