L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport apre con la cifra a caratteri cubitali: "2.500.000.000€". A tanto ammontano i debiti dei club di Serie A: due miliardi e cinquecento milioni. Cresce il fatturato dell'intera Serie A, ma aumentano di più i costi: la perdita annuale è di 292 milioni di euro. La Juventus ha ricavi da top club ma allo stesso tempo ha tante spese, mentre l'Atalanta, nel bilancio 2018/2019, ha portato grossi profitti. Poi Napoli, Torino e Cagliari, che non hanno debiti bancari.

Cairo: "Il limite è il 30 giugno" - Il presidente del Torino si è concesso ai microfoni della rosea per parlare della situazione attuale. Il numero uno granata ha rivelato di essere favorevole al taglio degli stipendi dei giocatori, poiché se il sistema va in crisi anche loro ne pagano le conseguenze. Poi sul campionato: "Se il torneo potrà ripartire dovrà finire entro il 30 giugno".

Pelé: "CR7 per me è il top" - Il brasiliano Pelé ha provato a stilare una classifica dei migliori giocatori di tutti i tempi, partendo da un presupposto molto semplice: "Mai nessuno al mio livello". Poi troviamo Cristiano Ronaldo, a suo dire: "Il più continuo. E' più stabile. Da dieci anni è al massimo". Un'investitura importante per il portoghese, in questi giorni complicati.

Sezione: Altre notizie / Data: Gio 26 marzo 2020 alle 07:05
Autore: Alessandro Tedeschi
Vedi letture
Print