Queste le parole in conferenza stampa di Emilio De Leo dopo l'1-1 contro l'Hellas.

Il Verona vi ha preso presto le misure?
"A parte Santander, che ci ha dato più presenza fisica in avanti e in area, per il resto la squadra ha giocato come sempre. Schouten e Dominguez sono stati premiati per quanto fatto vedere in settimana. C'è stata una duplice lettura della gara, prima e dopo l'espulsione. Nel primo tempo avremmo dovuto avere più cinismo. Abbiamo subito il gol per un'ingenuità e in generale potevamo essere più lucidi".

Bani ha detto qualcosa sull'espulsione?
"No, non ne abbiamo parlato".

Quali sono stati i criteri che avete seguito per i cambi?
"Nel piano gara Palacio doveva subentrare a Santander, poi siamo stati condizionati dagli eventi ovvero l'infortunio di Sansone e il rosso a Bani. Dominguez aveva dato tanto ed era stanco. La scelta di mantenere tre giocatori offensivi è stata una lettura del mister che purtroppo non è andata pienamente a buon fine ma era per trasmettere la volontà di rimanere ancora propositivi. Abbiamo invece giocato troppo spesso palla lunga".

Si può dire che avete giocato con Soriano più mezzala?
"Nella fase di non possesso abbiamo difeso con un 4-3-3; poi recuperata palla dovevamo muoverci alle spalle dei loro centrocampisti con il fraseggio e con le palle alte. Nel primo tempo l'abbiamo fatto continuità".

Avete la sensazione di faticare più dei punti che portate a casa?
"Analizzando le nostre stats ci risulta che abbiamo 6 punti in meno. Noi comunque andiamo avanti per la nostra strada e siamo convinti di recuperare i punti che stiamo perdendo"

Un pensiero su Skorupski?
"Credo che Lukasz ha fatto una grande partita e ci ha dato una grande mano. Ieri peraltro ha avuto la febbre".

Sezione: Bologna / Data: Dom 19 gennaio 2020 alle 18:29 / Fonte: tuttomercatoweb.com
Autore: Dario Ronzulli / Twitter: @DaRonz82
Vedi letture
Print