Il Bologna strappa un punto con il Verona in una partita che ha pensato di poter dominare e che si è ritrovata a dover  difendere a spada tratta per non lasciare tutto il bottino in campo. Prima ora di grande determinazione e buona efficacia, assoluta sofferenza fisica e tattica dopo l’espulsione di Bani. Le pagelle:

Skorupski 7,5: Senza dubbio il migliore in campo per il Bologna, con almeno tre interventi di altissimo livello ai quali vanno aggiunte le uscite a presa alta (tutte giuste tranne una). Sbaglia qualche rinvio di troppo, in questo caso abbondantemente perdonati.

Tomiyasu 5: Una delle prestazioni peggiori dell’avventura bolognese di Tomy, che non incide offensivamente e non propone adeguata copertura sulle scorribande di Lazovic.

Danilo 6,5: Solido e ordinato, senza particolari sbavature.

Bani 6: Il gol e l’espulsione equilibrano un Voto che difficilmente può racchiudere esaurientemente la prestazione. Tanta energia e voglia, forse troppa, che sfocia in irruenza. 

Mbaye 5,5: Prova abbondantemente sufficiente fino all’espulsione di Bani, dopo la quale le sempre più frequenti sortite offensive veronesi mettendolo in evidenza tutti i suoi limiti. Si fa sovrastare da Borini sul gol del pareggio.

Schouten 6,5: Finalmente sostanziosa la prova del centrocampista olandese, che si prende il ruolo di metronomo della squadra e detta ordine e buone geometrie per due terzi di gara. (dal 69’ Poli 5,5: chiamato in causa per tenere in piedi l’asse centrale della squadra, non riesce a infondere l’adeguata determinazione ai compagni).

Dominguez 6: Appena 25 tocchi in 69 minuti nell’esordio da titolare di Nico, che gioca a massimo due tocchi e sbaglia poco (dal 69’ Paz 6)

Soriano 6: Prestazione diligente del trequartista, che si allarga spesso a sinistra  per aiutare Sansone nella manovra offensiva. Più in ombra, come il resto della squadra, col procedere della partita. 

Sansone 6: Molto attivo su tutto il fronte, rischia il gol della domenica con una serpentina ubriacante. Alto livello di coinvolgimento, pecca un po’ di precisione (dal 63’ Barrow, 6: entra con buon piglio ma la sua prestazione di esordio viene presto rovinata dall’inferiorità numerica, che decima i possessi e le iniziative offensive della squadra).

Orsolini 5,5: Gioca un buon primo tempo come tutta la squadra e scompare nell’ultima mezz’ora, commettendo anche qualche ingenuità palla al piede. 

Santander 6: Prestazione generosa del Ropero, che si adatta a ricoprire due ruoli (prima centrale poi a sinistra) sgomitando per 90 minuti e gestendo qualche buon pallone, senza trovare occasione per far veramente male.

Mihajlovic 6: Azzecca con merito l’undici iniziale, ma il cambio assetto dopo l’espulsione non ha riscontri positivi. 

Sezione: Bologna / Data: Dom 19 gennaio 2020 alle 17:49
Autore: Edoardo Frati / Twitter: @edoardo.frati
Vedi letture
Print