Daniele Faggiano, direttore sportivo del Parma, ha parlato della ripresa del campionato a Radio Marte. Le sue parole riprese da ParmaLive.com: “Emozionati di giocare la prima della nuova Serie A? Non siamo emozionati, siamo pronti e contenti di ricominciare. L’interruzione di Parma-SPAL fu l’inizio della confusione, c’era stato tanto tempo per decidere cosa fare e anche ora per la ripresa è stato tutto un rincorrersi. Noi eravamo pronti in qualsiasi modo a riprendere, anche ci fossero stati i ritiri, dire che alla fine siamo soddisfatti è una parola grossa, però siamo contenti di ricominciare".

Come sarà il nuovo campionato? Cambieranno i valori delle squadre?
"Sicuro, soprattutto senza pubblico è un nuovo campionato. Giocare a Torino, a Genova o a Napoli senza pubblico è diverso che farlo con i tifosi e questo rende ogni partita diversa e imprevedibile, anche se poi le squadre sono quelle ed è difficile che ci siano grossi cambi di fronte. Per primi 3-4 posti e anche per gli ultimi la classifica è agguerrita".

Kulusevski ancora al Parma dopo il 30 giugno?
"Mica si capisce, con la scusa che c’è tempo ora il tempo sta passando. Non so se dipende dalla FIGC, dalla FIFA o da chi, ma guardando in casa mia un po’ di preoccupazione c’è, sarebbe stato meglio prendere una decisione univoca, voi chiedete notizie a noi, noi siamo più confusi di voi. Bisogna risolverla nel migliore dei modi. Tutti abbiamo prestiti e cose del genere, io ne ho pochi e lui è nei pochi però è uno che conta tanto per me".

Sezione: Parma / Data: Gio 04 giugno 2020 alle 17:28
Autore: Antonio Parrotto / Twitter: @AntonioParr8
Vedi letture
Print