Sesta sconfitta nelle ultime sette partite per il Parma, che dilapida incredibilmente il vantaggio di due reti accumulato nella prima frazione, subendo oltremodo la rabbiosa reazione messa in campo dalla Sampdoria nella ripresa. Continua dunque il periodo nero della compagine ducale, ormai lontana parente di quella ammirata fino a qualche settimana fa. 

Sin dai primi minuti, è palese come sia il Parma ad avere in mano il pallino del match, con la Sampdoria che, invece, dopo gli importanti risultati raccolti nelle ultime settimane, sembra quasi appagata. La prima vera occasione, la crea la squadra ducale al 18', che passa subito in vantaggio grazie a Gervinho, il quale raccoglie un colpo di testa di Caprari, vince il rimpallo con Murru e batte Audero con una fucilata che si infila sotto la traversa. Lo stesso Caprari, alla sua miglior partita stagionale in maglia crociata, trova poco dopo il gol del raddoppio: gol che però, dopo un consulto al VAR, gli viene giustamente annullato dall'arbitro Calvarese. Gli emiliani ci provano ancora, prima con Pezzella, poi con Hernani, ma il 2-0 arriva "solo" nel finale di primo tempo grazie a Kulusevski, che servito da Hernani, parte dalla destra, si accentra e fulmina Audero con un velenoso diagonale (la deviazione decisiva è del blucerchiato Bereszynski). 

La gara cambia completamente nella ripresa, con la Samp che appare molto più determinata e reattiva. I padroni di casa se ne accorgono già al 48', quando i ragazzi di Ranieri accorciano le distanze in virtù della rete di Chabot, bravo, sugli sviluppi di un corner, a rubare il tempo a Kurtic e a freddare Sepe con una precisa incornata. Poco più tardi, i doriani vanno vicini al pari con Quagliarella e col neo entrato Bonazzoli, ma al 65' rischiano di tornare sotto di due reti quando Brugman colpisce il montante direttamente da calcio di punizione. Quella firmata dall'ex Pescara è però l'unica palla-gol nitida dei ducali, che tra il 69' e il 78' si vedono prima raggiunti dagli ospiti (a segno Quagliarella con una pregevole conclusione, leggermente deviata da Iacoponi), e poi addirittura superati, con Bonazzoli che, ottimamente servito da Quagliarella, infila per la terza volta Sepe con un diagonale imparabile.

Sezione: Parma / Data: Dom 19 luglio 2020 alle 19:20
Autore: Vito Aulenti / Twitter: @vitoaul
Vedi letture
Print