La Serie D si ferma e decide le sue promozioni. Dopo il Consiglio Federale dell’altro giorno, il direttivo della LND, svoltosi nella giornata da poco conclusa, ha certificato lo stop al campionato. E soprattutto ribadito le proprie proposte per la prossima stagione: con classifica cristallizzata, promosse in Serie C le nove prime di ciascun girone, retrocesse invece le ultime squadre di ogni raggruppamento. 

Le nove promosse. La decisione di oggi, ricordiamo, non è ancora ufficiale: si tratta di una proposta che sarà portata al prossimo Consiglio Federale, ma non sembrano esservi motivi per i quali la FIGC dovrebbe dire di no. Le nove promosse, per la cronaca, sono le seguenti: Lucchese, Pro Sesto, Campodarsego, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto, Palermo. “Tutti soddisfatti”, ha spiegato a TuttoC l’amministratore delegato dei rosanero, Rinaldo Sagramola. Piccolo rebus il Matelica: nei giorni scorsi il presidente aveva chiarito come non fosse scontata l’iscrizione alla C, ma il ds dei marchigiani, sempre a TuttoC, ha chiarito che non è affatto certo che la società opti per questa soluzione. 

FIGC deciderà sui ripescaggi. Il Consiglio Federale, inoltre, dovrà prendere posizione sui ripescaggi, dove è battaglia politica vera e propria: la Lega Pro ne aveva richiesto il blocco, la Lega Dilettanti ha invece chiesto una graduatoria di merito. Battaglia politica che, per la cronaca, riguarda in qualche modo anche la rivoluzione del format dei campionati (per capirsi, la B a 40 squadre): non è un mistero che tra i promotori della proposta vi sia il presidente Sibilia. Considerato come è andata l’ultima volta, anche sui ripescaggi sembra più che probabile che la spunti la D. Senza, tra i grandi esclusi finirebbe il Foggia, ma non solo.

Sezione: Serie D / Data: Sab 23 maggio 2020 alle 14:12
Autore: Antonio Parrotto / Twitter: @AntonioParr8
Vedi letture
Print