Alla vigilia di Milan-SPAL, ottavo di finale di Coppa Italia, il tecnico estense <b>Leonardo Semplici</b> ha parlato in conferenza stampa analizzando la sfida, il momento della squadra in Serie A e il mercato che ha regalato Dabo e nei prossimi giorni potrebbe portare a Ferrara anche Bonifazi, un ritorno, e Iago Falque.

Mister, che SPAL vedremo?
"Sarà una SPAL che dovrà fare una bella prestazione. Voglio vedere una squadra che giochi con la stessa personalità di Firenze. Proveremo a dare tutto. Dabo sarà sicuramente della partita e cercheremo di conquistare il passaggio del turno che sarebbe una cosa eccezionale contro una squadra di grande valore".

Pensi possa riposare qualcuno?
"Cionek lo portiamo ma ha un problema fisico, così come Valoti ha avuto un attacco influenzale. Cercheremo di scegliere gli undici che possano garantirci una certa prestazione".

Come hai visto Dabo?
"Bene, è arrivato con tanto desiderio di dare il suo apporto alla squadra. Ha bisogno di minutaggio e cercheremo di portarlo nelle giuste condizioni possibili per portarlo in forma".

Di Francesco partirà titolare?
"No, magari lo utilizzerò durante la gara. La sua condizione sta crescendo, ma inizialmente partiranno altri".

Di Iago Falque cosa ne pensi?
"Si tratta di un giocatore importante, ma al momento è prematuro parlare. La società si sta dando da fare comunque per allestire una formazione che sia competitiva".

Che Milan ti aspetti?
"Un Milan sulle ali dell'entusiasmo, credo che si sia rilanciato con l'arrivo di Ibra. Troveremo una formazione di grande valore, nonostante la classifica. Sarà uno stimolo in più per cercare di fare la prestazione e mettere in difficoltà la gara".

Letica o Berisha?
"Stiamo valutando".

La sconfitta del Lecce cosa vi dice?
"L'aspetto importante è che anche gli altri hanno difficoltà come noi. La classifica è corta e abbiamo la possibilità di arrivare all'obiettivo, ma abbiamo bisogno di fare un salto di qualità tutti".

La squadra com'è rientrata da Firenze psicologicamente?
"Sono molto dispiaciuti, ma c'è la possibilità di rimediare. Un rimedio che deve partire in maniera veloce e con la giusta spensieratezza. Non abbiamo più niente da perdere, più di ultimi non si può stare. Bisogna scrollarsi di dosso questa negatività. Sta solo a noi cercare di uscire da questa situazione, abbiamo le qualità e siamo convinti di poterlo fare. La società sta cercando di rinforzare la rosa e bisogna essere convinti. Io sono il primo ad esserlo, consapevole delle qualità del gruppo e delle difficoltà incontrate fino a oggi. Ma stiamo lavorando per raggiungere il traguardo, con fiducia e positività, cercando di mettere in campo la nostra forza".

Il mercato può portare giocatori che vogliono trascinare?
"Assolutamente sì, sia sotto il punto di vista tecnico che morale. Gente motivata che ha voglia di dimostrare il loro vero valore. Sono convinto che i giocatori che arriveranno, avranno questo spirito. Sotto questo aspetto Vagnati è sempre stato bravo a cercare profili del genere".

Porterai via qualche Primavera?
"Si, Cuellar, Mastrilli, Cannistrà, Tunjov e Zanchetta".

Sezione: SPAL / Data: Mar 14 gennaio 2020 alle 12:25
Autore: Tommaso Maschio
Vedi letture
Print